Timidezza con le ragazze: come vincerla?

Club dei separati: ecco come funziona e come entrarci
31 ottobre 2017
Dove incontrare ragazze?
10 novembre 2017

Timidezza con le ragazze: come vincerla?

Oggi ti parlo ti timidezza con le ragazze. Quali sono i motivi per cui nasce questo problema; come fare per risolvere la timidezza con le ragazze; come trasformarti da timido a sicuro di te senza snaturarti e senza rinunciare ai tuoi valori e alla tu personalità. Cioè come migliorare senza diventare per forza qualcun altro che non vuoi essere.

Timidezza con le ragazze: il perché

Il motivo per cui esiste la timidezza con le ragazze è psicologico e ancestrale: è un meccanismo di difesa dell’essere umano. Nella preistoria infatti, chi osava troppo con le donne veniva ucciso dal capotribù. E’ chiaro quindi che la selezione naturale ha fatto fuori tutti quelli troppo coraggiosi (tanto è vero che i pochi coraggiosi rimasti sono i pochi maschi alpha che conquistano l’80% delle donne belle); alla stessa maniera la selezione naturale ha favorito i mediamente timidi, cioè quelli non troppo propensi al rischio.

Nella società di oggi ha senso la timidezza con le ragazze? Tendenzialmente no: è difficile farsi picchiare o uccidere per un approccio di troppo (anche se la violenza esiste, per cui stai attento e approccia sempre in maniera educata e rispettosa sia i maschi che le donne). Tuttavia la timidezza con le ragazze è un fenomeno diffusissimo.

Timidezza con le ragazze: la grande bugia e la finta soluzione

Qualunque guru della seduzione ti venderà questa favoletta qui: approccia senza problemi chiunque, fregatene di venire osservato, la gente non ha tempo di guardare chi approcci. Sbagliatissimo.

Di giorno come di sera quando approcci vieni notato. E’ inutile mentire a te stesso. Vieni notato eccome. E se approcci male, vieni deriso per pochi secondi da chi ti guarda, o peggio vieni contestato se ad esempio sei in un locale e ti metti a insistere con una ragazza che non ci sta.

La finta soluzione che ti danno i presunti guru è quella di fregartene delle reazioni altrui e di approcciare come se il mondo esterno non esistesse.

Ma questa è una bugia! Il mondo esterno esiste eccome, e ti guarda, e reagisce male se tu approcci male.

Timidezza con le ragazze: altri problemi

Esistono altri motivi per i quali la timidezza con le ragazze è difficile da sconfiggere. Uno di questi è certamente la paura del rifiuto.

Lo sai, più vieni rifiutato, più ti fa male. Vero no? Ecco perché molti aspiranti seduttori nascondono se stessi e approcciano con frasi preconfezionate: di modo che se vengono rifiutati, possono dire a se stessi che dopotutto non hanno subito un rifiuto personale, bensì è la frase che hanno detto che andava male. Non loro, ma la frase.

Questo atteggiamento di ripararsi dietro frasi fatte può esserti utile in un primo momento per non subire laferita emotiva del rifiuto, ma ha un difetto: non ti fa essere te stesso.

Nella seduzione devi giocare per arrivare ad un risultato che faccia contenti sia te che lei, non devi giocare per perdere nel modo più indolore possibile. Se giochi per perdere senza farti male usi frasi fatte e ti nascondi, ma non otterrai mai risultati decenti. Se giochi per dare piacere sia a lei che a te, se giochi pompando emozioni nell’interazione, allora sì che otterrai risultati, sarai rifiutato di meno, e il rifiuto non ti farà male perché tu penserai che hai comunque dato valore alla ragazza, e se ti rifiuta è scema lei.

Le reali soluzioni per risolvere per sempre la timidezza con le ragazze

Ora ti voglio stupire con un paio di mentalità da campione. Partiamo anzitutto dal problema del non farti vedere dal mondo esterno quando approcci. Ho già detto di come fingere che gli altri non esistano sia una squallida bugia.

Allora cosa devi fare? Hai due possibilità. La prima è di approcciare in modo indiretto. “Ciao ragazze, avete visto cosa è successo poco fa? Una scena assurda, c’era tizio che…” E’ una modalità di approccio colloquiale, rilassata e divertita che ti permette piano piano di fare storytelling, cioè raccontare storie che incorporino aspetti positivi su di te. Nei miei libri o ai miei corsi ti spiego tutto per filo e per segno.

L’altra possibilità è di farti vedere dagli altri intorno a te. Ti devi sentire un dio sociale. Approccia con entusiasmo e unisci gruppi di ragazze tra loro, con la scusa di un indovinello da risolvere.

Se poi sei veramente in grado di fregartene dell’altrui giudizio, allora approccia di diretto, dichiarando sin da subito che il motivo per cui sei lì è per conoscere la donna, visto che l’hai guardata e ti è piaciuto qualcosa di lei (cita ad esempio il suo vestito).

Relativamente invece alla paura del rifiuto, devo introdurti un nuovo concetto di gioco: lo state.

Lo state è un termine inglese per indicare il tuo stato emotivo. Ci sono fortissime evidenze nella seduzione sul fatto che più il tuo stato emotivo è rilassato e spensierato, maggiori saranno le probabilità di successo.

Per gasare il tuo stato emotivo e vincere la timidezza con le ragazze, il segreto non è nasconderti dietro approcci col freno a mano tirato, oppure prendendo meno rifiuti possibile.

Il segreto è cambiare mentalità e approcciare come un sole che dà energia senza volere nulla in cambio. Tu sei lì a divertire te stesso e i tuoi amici, e le donne entreranno nella tua realtà fatta di battute ed emozioni positive. Quando approcci raccontando una cosa che ti è appena successa, lo fai per divertire te stesso in primis: la donna sarà risucchiata e attratta dalla tua energia e dal tuo carisma.

Se non ti sta ad ascoltare non è un rifiuto, ma è lei sciocca a non cogliere quanto tu sia eccezionale, diverso dalla massa di italiani idioti che approcciano con una volgarità qualunque.

Questi sono i principi basilari per vincere la timidezza con le ragazze. Offri valore senza chiedere nulla in cambio, racconta storie, coinvolgi le persone intorno a te invece di evitarle, gasati lo stato emotivo anziché nasconderti dietro frasi preconfezionate.

E’ un lungo lavoro superare la timidezza con le ragazze, ma va fatto ed è un’avventura appassionante che ti cambia la vita.

LEGGI ANCHE: soffrire in amore, come smettere di farlo.

Timidezza con le ragazze: come vincerla?ultima modifica: 2017-11-05T12:12:58+00:00 da Simon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *