La meditazione fa bene? Ti dico dei miei risultati

come smettere di lamentarsi
Come smettere di lamentarsi?
26 marzo 2017
come sedurre un uomo
Come sedurre un uomo? Tecniche per donne
1 aprile 2017

La meditazione fa bene? Ti dico dei miei risultati

la meditazione fa bene

Ormai la meditazione è entrata a far parte delle nostre conversazioni quotidiane. Più andiamo avanti, più la tecnologia fa passi da giganti, più si sente l’ancestrale bisogno e la primordiale necessità di celebrare atti sacri, rituali o azioni tipicamente antiche: una fra tutte è la meditazione. In questo articolo non voglio consigliartela, non voglio farne un’analisi storica, ma voglio parlarti della mia esperienza per capire insieme se la meditazione fa bene. Approfondiamo quindi tutto il discorso insieme, senza preconcetti e senza giudizi di alcun tipo.

Perché si dice la meditazione fa bene? Come mi ci sono avvicinato?

Proprio perché se ne parla ormai praticamente ovunque, mi sono avvicinato in punta di piedi, molto scettico, partendo dai testi di Eckhart Tolle e passando poi ai suoi video che puoi trovare su youtube. Se provi a vedere subito uno dei suoi filmati dove parla alle sue platee ti puoi accorgere della lentezza dei suoi eloqui e che a primo impatto fanno addormentare. Va visto e rivisto più volte per comprenderne a pieno l’essenza. Tuttavia fa dei discorsi che trovo troppo generici, troppo profetici. L’eccessivo bisogno di evangelizzare una pratica che in realtà è più semplice di quel che si pensa o di caratterizzarla con distinzioni uniche solo per “brandizzarsi” indirettamente, è qualcosa che mi da molto fastidio.

Un esempio?

Eckhart Tolle non parla di Mindfullness, ma parla di ego e mente egoica. 

Dei personalissimi concetti da lui coniati per dire le stesse cose di altri. Altri chi? I buddhisti ad esempio, perché è da lì che si sente parlare per le prime volte di meditazione.

Risparmio tutta la solfa sul perché la meditazione fa bene, come aiuta vivere nel presente e tutti quei discorsi lì. Sbagliati a priori a parer mio perché bisogna meditare senza aspettarsi niente di niente da nessuno e da qualcosa. Mi sono ritrovato invece con questi concetti con John Kabat Zinn dopo aver letto il suo libro “Dovunque tu vada ci sei già“. Perché secondo lui la meditazione fa bene? Perché aiuta a guarire, sia fisicamente che psicologicamente. Lo dice uno che è anche medico, quindi c’è più da fidarsi essendo un uomo più scientifico.

Qual è però il suo concetto di meditazione?

Meditare è essere presenti come se si fosse morti. Si è lì nel momento, ma immaginando di essere morti.

Se sei morto che problemi hai? Nessuno.

Fatti scivolare di dosso tutti i tuoi pensieri e tutti i tuoi problemi.

Quali sono però i problemi che ho riscontrato con la meditazione?

Ormai sono anni che medito più o meno frequentemente. Tuttavia ci sono dei problemi o meglio, delle rotture di palle in cui si incorre. Ho sperimentato delle fasi up e delle fasi down e c’è anche Frank Yang che parla di quello che sto per descrivere.

Quando si medita troppo o in maniera troppo metodica si finisce per non distinguere più il concetto dell’essere presente con l’essere presente stesso.

ATTENZIONE: SE NON HAI MAI MEDITATO QUELLO CHE STAI PER LEGGERE POTREBBE MANDARTI IN TILT O POTRESTI SEMPLICEMENTE NON CAPIRLOla meditazione fa bene

L’idea di fondo è che bisogna essere consapevoli della consapevolezza del momento presente. Tuttavia sia quando si pratica la meditazione formale che una meditazione più dinamica, ci si concentra troppo su questa ricerca. Magari si riescono ad allontanare tutti gli altri pensieri, magari si è davvero nel nulla, nell’eterno presente come dei cadaveri vivi, tuttavia non si sta per forza meditando, ma si può semplicemente essere in trance, in autoipnosi.

Questa è una sottile distinzione che va assolutamente effettuata.

L’ipnosi ci manda in uno stato simile a quello della meditazione, ma non ci rilassa allo stesso modo, è una differenza sottilissima.

Quando ci si costringe a meditare o a vivere nel presente o se anche lo si fa senza nessuna costrizione, ci si ricorda puntualmente di farlo: sono in un momento di non poca lucidità? Allora faccio un respiro profondo e mi ricordo di essere presente.

Ecco: tu lì non ti stai ricordando di essere presente e quindi NON SEI PRESENTE. Tu lì ti stai ricordando di ricordarti di dirti di tornare presente.

Sei quindi racchiuso all’interno di un vortice dove in realtà non mediti, ma alimenti solamente di più i tuoi pensieri.

Perché? Perché li stai mettendo a tacere per un pò grazie a un’autoipnosi e quando torni in te sei inondato peggio di prima. La sensazione di “appagamento” iniziale e che ti porta a pensare che la meditazione fa bene è in realtà solo il raggiungimento di un’obiettivo.

Meditare non fa bene, meditare non fa male, meditare fa bene e meditare fa male.

Sono tutte frasi fatte. Io ti dico questo: medita se ti va, viviti questa esperienza e vedi come ti senti.

Diffida dei guru, diffida di tutte le pratiche metodiche e non credere fermamente in qualcosa senza averla testata. La meditazione fa bene se pensi che possa farlo, ma non necessariamente. La meditazione fa bene se riesci a non aspettarti niente. L’aspettativa a zero fa bene a prescindere, anzi, fa bene perché aiuta a non far male.

E HO UN REGALO PER TE
Ti sto per regalare un ebook completo, con 51 modi pratici per sedurre e corteggiare le donne! Scrivi nome e mail (reale), confermala e in 2 minuti avrai l'ebook.
Ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m, autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali contenuti nel presente form. Ma tranquillo, odio lo spam, non darò i tuoi dati a nessuno perché stanno su un server protetto, e ti prometto che non ti riempirò la casella di inutili messaggi.
La meditazione fa bene? Ti dico dei miei risultatiultima modifica: 2017-03-26T20:42:53+00:00 da Simon

Rispondi