Come imparare a rimorchiare – seconda parte

Come imparare a rimorchiare? Il metodo per le italiane
3 gennaio 2017
Quali sono i migliori opener di seduzione?
11 gennaio 2017

Come imparare a rimorchiare – seconda parte

Introduzione  Benvenuto al secondo capitolo della serie come imparare a rimorchiare. Ti ricordo che parto volutamente dalle basi e che nella precedente lezione abbiamo parlato del doppio standard che le donne hanno verso i maschi alpha e i maschi beta. Tienilo sempre a mente! Oggi invece parleremo del valore e di come subcomunicarlo ( e che cosa vuol dire subcomunicare).

Come imparare a rimorchiare essendo di valore

Essere di valore ed essere un uomo attraente sono praticamente sinonimi. Il problema è che questa enorme attenzione che la community italiana e internazionale ha dato al miglioramento personale non tiene in considerazione un fatto: nell’approcciare una sconosciuta, nel momento della prima frase, tutti i propri soldi, i propri vestiti, il lavoro e lo status sociale, nel 99% dei casi, non traspaiono. Stiamo parlando di una sconosciuta in un locale, spesso attorniata da amiche gelose! La seduzione naturale basata sul proprio conto in banca è una bufala, perché non hai modo di mostrarlo con le prime frasi. Ecco che allora essere di valore vuol dire credere in se stessi, essere sicuri e divertenti, saper osare e saper indietreggiare. Questa è la quintessenza del game (gioco), diffida da chi si spaccia per seduttore ma poi ti vende un corso di network marketing spronandoti a fare soldi, illudendoti che coi soldi si rimorchia. Sì, si rimorchiano le prostitute, le escort, le arriviste, le goldiggers, e via dicendo (per carità, tutte belle donne, spesso l’unico modo di averle è  offrire loro tutto ciò che hai…in banca. Se ti piace questa strada….).

Amico mio, i soldi li devi fare per amor proprio, non per sedurre le donne, non per imparare a rimorchiare. Detto questo, la vera seduzione naturale è, come ti dicevo, il saper approcciare una sconosciuta con sfrontatezza, scioltezza, irriverenza mista a rispetto, ironia, savoir faire. Tutte cose che, ti assicuro, possono essere apprese con la pratica ma anche con la teoria. C’è una teoria dietro il saper far ridere: chi insegna “natural game all’italiana” semplicemente non è capace di spiegartela e allora si rifugia dietro il “sii te stesso e andrà bene”, oppure “sii te stesso e fai soldi, e andrà bene”. C’è una teoria dietro il saper essere sicuri di sé senza risultare antipatici. C’è una teoria dietro il saper uscire mano nella mano con una donna da un locale, a prescindere da quante amiche è circondata. C’è chi conosce queste teorie, e chi le ignora.

 

Come imparare a rimorchiare dando (e togliendo) valore

Avrai capito che essere una persona di valore può voler dire tante cose. Il discorso è ancora più ampio se consideri che il valore lo puoi dare e lo puoi togliere. Dai valore ogni volta che apporti un’emozione ad una donna. Le donne sono creature emotive e vivono di emozioni. Falla ridere e le dai valore. Un complimento (solo se meritato) e le dai valore. Attento però: dare troppo valore rischia di farti apparire “facile”! Devi essere anche un tipo interessante, che sa togliere valore (prendi in giro, ignorala un po’, parla con altre donne). Il sapiente mix di dare e togliere valore è il segreto del game. Nelle prime fasi di una conoscenza, alternare velocemente valore dato e subito si chiama Push&Pull ed è una delle tecniche più potenti (anche se oggigiorno abusate) per generare attrazione e quindi per imparare a rimorchiare.

 

Come imparare a rimorchiare subcomunicando valore.

Il proprio valore può anche essere subcomunicato: questa abilità è fondamentale se vuoi essere un drago del rimorchio. Attento qui: se ti dico che scopo tante donne, ti sto comunicando un dato, ma il “messaggio nascosto” è che sono così insicuro di me che devo ostentare conquiste per ricevere la tua approvazione. Male! Se invece, all’interno di una storia divertente, racconto di quella mia ex….faccio vedere delle foto di quella mia ex….faccio partire un video divertente in cui c’è una mia ex…Questa si chiama subcomunicazione. Non dico direttamente che ho avuto un’ex figa, ma te lo implico all’interno di una storia più grande.

Perché tutto questo? Perché avere donne nella propria vita è attraente per le altre donne, è una delle subcomunicazioni più forti che puoi fare.

Concludiamo con un piccolissimo estratto del Trattato Italiano di Seduzione Edizione 2017 – Volume 1 (circa 150 pagine)

Semplificando, ogni tua azione che subcomunichi il fatto che stai già scopando altre donne nella tua vita, ti rende estremamente attraente e lo fa perché ingloba in sé gli altri dhv (dhv = dimostrazioni di valore superiore, sono più di uno). Come subcomunicarli quindi? Come subcomunicare che sei uno che scopa, che vive nell’abbondanza? Il modo classico di subcomunicare una cosa del genere è raccontare un episodio che ti è accaduto. Il segreto è raccontare una storia interessante di suo, vuoi perché fa ridere, vuoi perché c’è un colpo di scena. All’interno della storia, quasi con nonchalance, dici ad esempio che ti aveva chiamato una ragazza che stavi frequentando in quel periodo, che è venuta a trovarti e ti ha fatto una seduta spiritica, interrotta dal suo agente sul più bello perché lei doveva andare ad un servizio fotografico. Bada bene che il fulcro della storia non è questo siparietto qui, il siparietto sta all’interno della storia quasi per caso, e la storia è divertente o interessante per altri motivi!!! E’ una storia più ampia in cui tu inserisci questo siparietto. Che vantaggi hai a raccontare qualcosa di così apparentemente sciocco? Il primo è che stai implicando che c’era una donna nella tua vita. Non hai parlato di fidanzata, ma di frequentazione: questo è importante se vuoi evitare di apparire come materiale da relazione (se invece cerchi proprio una fidanzata, puoi dire “la mia ex” invece di “frequentazione”) (tutto questo fa parte del framing: ricordati che le donne si adattano alla realtà che crei, per cui se vuoi farti solo una scopata ma inizi a dimostrare di essere materiale da relazione, sei fregato).

Hai anche implicato che una donna nella tua vita può passare a casa tua, il che è sinonimo di una certa indipendenza da parte tua (possiedi una casa, ci vivi da solo, molto probabilmente in questa casa ci fai tanto sesso).

Inoltre hai accennato ad un servizio fotografico, questo significa che la donna in questione doveva essere molto bella, però non l’hai detto esplicitamente, altrimenti sarebbe sembrato che ti stessi vantando. Il gioco è fatto, questo è un banale esempio di uno storytelling con dhv di preselezione incorporato. Se nella storia ci aggiungi dell’autoironia, tanto meglio. L’autoironia, se usata con moderatezza, è efficace quanto un dhv, e a pensarci bene è una forma di risk taking, dunque essa stessa un dhv. (Vedi come deve ragionare un pua? Vedi come imparare a rimorchiare? Ricordati che non si può non subcomunicare)

(…)

 

 

Come imparare a rimorchiare – seconda parteultima modifica: 2017-01-09T10:17:02+00:00 da Simon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *